Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite
Melanoma
Dermabase.it

Abrocitinib è utile nel trattamento della dermatite atopica moderata e grave


Da uno studio è emerso che l'uso di Abrocitinib, un inibitore di JAK1, nel trattamento della dermatite atopica da moderata a grave ha prodotto benefico, riducendo il rischio di eventi avversi.

Lo studio di fase 3 randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco JADE MONO-2 ha incluso pazienti con dermatite atopica da moderata a grave di età superiore a 12 anni che sono stati assegnati in modo casuale a gruppi che ricevevano 200 mg di Abrocitinib, 100 mg di Abrocitinib o placebo una volta al giorno per un periodo di 12 settimane.

Gli endpoint primari includevano la risposta a IGA ( Investigator’s Global Assessment ) pari a 0/1 con un miglioramento di almeno due gradi e il miglioramento alla scala EASI ( Eczema Area and Severity Index ) del 75% o superiore alla settimana 12.
Gli endpoint secondari includevano il miglioramento di 4 punti o superiore alla scala PP-NRS ( Peak Pruritus Numerical Rating Scale ) alla settimana 12 e miglioramento EASI del 90% o maggiore.

Confrontando i dati dei gruppi di 200 mg e 100 mg di Abrocitinib con il placebo, lo studio ha identificato il raggiungimento del punteggio IGA nel 38.1% per 200 mg e nel 28.4% per 100 mg rispetto al 9.1% per il placebo ( P inferiore a 0.001 ) ed EASI-75 nel 61% per 200 mg e 44.5% per 100 mg versus 10.4% per placebo ( P inferiore a 0.0001 ) dopo 12 settimane.
Il PP-NRS è stato raggiunto nel 55.3% dei pazienti nel gruppo 200 mg e nel 45.2% nel gruppo 100 mg contro l'11.5% per il placebo ( P inferiore a 0.0001 ), mentre l'EASI-90 è stato raggiunto nel 37.7% dei pazienti nel gruppo 200 mg e nel 23.9% nel gruppo 100 mg contro il 3.9 % per il placebo.

Il tasso di grave infezione è risultato inferiore al 2% in tutti i gruppi.

Il trattamento è stato interrotto a causa di eventi avversi nel 3.2% dei pazienti nel gruppo 200 mg, 3.8% nel gruppo 100 mg e 12.8% nel gruppo placebo.
I tassi di interruzione erano più alti nel gruppo placebo, e questa era principalmente guidata da una risposta clinica insufficiente o da un rifiuto a continuare da parte del paziente.

In conclusione, Abrocitinib ha migliorato significativamente i segni e i sintomi dei soggetti con dermatite atopica da moderata a grave sia negli adolescenti che negli adulti.
C'è stato un significativo e rapido miglioramento del prurito per entrambe le dosi rispetto al placebo già dal giorno 2 di trattamento, e Abrocitinib è risultato ben tollerato e ha avuto un profilo di sicurezza a breve termine accettabile con bassa incidenza di eventi avversi gravi e infezioni. ( Xagena2020 )

Fonte: American Academy of Dermatology ( AAD ) Virtual Meeting, 2020

Dermo2020 Farma2020


Indietro