Dermabase.it
OncoDermatologia
XagenaNewsletter
Melanome 2018

Asse IL-23-Th17 come target del trattamento per pitiriasi rubra pilaris


Il trattamento della pitiriasi rubra pilaris si basa unicamente sulla sua somiglianza con la psoriasi piuttosto che su qualsiasi conoscenza del suo meccanismo patogenetico.
Approfondire i mediatori patogeni di infiammazione è essenziale per opzioni di trattamento mirate e valide che possano sostituire i precedenti approcci terapeutici nella pitiriasi rubra pilaris refrattaria.

Si è determinato se il blocco del percorso interleuchina 23-cellule T helper 17 ( IL-23-Th17 ) con Ustekinumab ( Stelara ) rappresenti una efficace opzione di trattamento mirata nella pitiriasi rubra pilaris in base al suo profilo di citochine proinfiammatorie.

In questo caso clinico, un paziente con pitiriasi rubra pilaris ha ricevuto un trattamento ambulatoriale con Ustekinumab secondo il regime di dosaggio approvato per la psoriasi.
Campioni di biopsia della pelle lesionale sono stati presi da questo paziente e da altri due con pitiriasi rubra pilaris refrattaria.

L’espressione di RNA messaggero ( mRNA ) delle citochine proinfiammatorie innate e derivate dalle cellule T è stata misurata e confrontata con campioni di pelle da pazienti con psoriasi e donatori sani.
Da un paziente, campioni di cute lesionata sono stati prelevati prima del trattamento con Ustekinumab e 4 e 28 settimane dopo l'inizio della terapia.

Il follow-up è stato completato dopo 6 mesi.

Ustekinumab sottocutaneo è stato somministrato a 45 mg alle settimane 0 e 4 e successivamente a cadenza trimestrale.

L'esito primario era di determinare i cambiamenti nell'espressione di citochine proinfiammatorie innate e derivate da cellule T durante la terapia con Ustekinumab.
L'obiettivo secondario era quello di valutare il fenotipo clinico e istopatologico in relazione al profilo di espressione di mRNA delle citochine proinfiammatorie.

In campioni lesionali di pelle di pitiriasi rubra pilaris da un singolo paziente, sono stati trovati livelli di espressione sovraregolati per le citochine proinfiammatorie innate, tra cui il fattore di necrosi tumorale ( TNF ), interleuchina-6 ( IL-6 ), IL-12, IL-23 e IL-1beta.
Tra le citochine di cellule T adattative, è stato osservato un incremento di citochine Th1 e, in particolare, citochine Th17 IL-17A, IL-17F e IL-22 nella pitiriasi rubra pilaris.

Il paziente con pitiriasi rubra pilaris che ha ricevuto Ustekinumab ha mostrato regressione delle lesioni cutanee dopo 2 settimane e quasi completa risoluzione dopo 1 mese.

Un miglioramento clinico e istopatologico ha affiancato i livelli di espressione di citochine Th17 ma non di interferone-gamma e TNF, rimasti distanti dal miglioramento.

In conclusione, in questo caso clinico, è stato identificato un ruolo dell’asse IL-23-Th17 nella pitiriasi rubra pilaris, suggerendo una via infiammatoria patogena comune con la psoriasi, nonostante le differenze cliniche ed istopatologiche evidenti.
Inoltre, questo rapporto ha fornito una base razionale per prendere in considerazione il percorso IL-23-Th17 come opzione di trattamento per pitiriasi rubra pilaris refrattaria. ( Xagena2017 )

Feldmeyer L et al, JAMA Dermatol 2017; 153: 304-308

Dermo2017 Farma2017


Indietro