Dermabase.it
Melanome 2018
OncoDermatologia
Melanome

Diagnosi e gestione del lichen sclerosus dei genitali maschili


Il lichen sclerosus dei genitali maschili ( MGLSc ) è una malattia cutanea infiammatoria cronica acquisita, associata a una significativa morbilità e a carcinoma a cellule squamose del pene ( PSCC ).
Tuttavia, permangono alcune controversie cliniche, diagnostiche e gestionali, inclusa la relazione con la neoplasia intraepiteliale del pene ( PeIN ).

E' stata effettuata una revisione retrospettiva dei pazienti con diagnosi di lichen sclerosus dei genitali maschiliche hanno frequentato una clinica specializzata in dermatosi genitale maschile.

Sono stati identificati 301 pazienti: 260 avevano lichen sclerosus dei genitali maschili isolato e 41 sia con lichen sclerosus dei genitali maschili che con neoplasia intraepiteliale del pene.
I partecipanti provenivano da Reparti di Urologia e Andrologia locali ( n=128 ), dall'assistenza primaria ( n=89 ), da reparti di Medicina genito-urinaria ( n=54 ), da altri Dipartimenti di Dermatologia ( n=28 ) e da altre specialità ( n=2 ).

Nel lichen sclerosus dei genitali maschili isolato, il 94.6% è stato diagnosticato clinicamente con una precisione del 93.5% ( in base ai dati delle circoncisioni successive ).

Nella combinazione lichen sclerosus dei genitali maschili / neoplasia intraepiteliale del pene, l'85.4% è stato diagnosticato dopo la biopsia diagnostica e il 14.6% in modo retrospettivo dopo la circoncisione.

Nel lichen sclerosus dei genitali maschili isolato, il 50% è stato trattato per via topica e il 50% ha richiesto un intervento chirurgico.

In lichen sclerosus dei genitali maschili / neoplasia intraepiteliale del pene, il 78% ha richiesto interventi chirurgici.

Nel lichen sclerosus dei genitali maschili isolato, il 92.2% ha raggiunto la risoluzione dei sintomi, il 3.5% era in attesa di procedure e il 4.8% stava ricevendo una terapia topica in corso.

In lichen sclerosus dei genitali maschili / neoplasia intraepiteliale del pene, il 90.2% ha raggiunto la clearance, il 2.4% era in attesa di intervento chirurgico e il 7.3% è stato trattato per via topica.
Solo il 2.7% ha riferito sintomi in corso, tutti in pazienti sono stati trattati chirurgicamente.
Nessuno è progredito fino a carcinoma a cellule squamose del pene.

Il lichen sclerosus dei genitali maschili è generalmente una malattia dei non-circoncisi; la maggior parte dei casi di lichen sclerosus dei genitali maschili viene accuratamente diagnosticata clinicamente; un sospetto di neoplasia intraepiteliale del pene o carcinoma a cellule squamose del pene richiede la conferma istologica; l'istologia della circoncisione può essere non-specifica.

La maggior parte degli uomini guarisce con un trattamento topico con corticosteroide ultrapotente ( 53.1% ) o con la circoncisione ( 46.9% ); l'intervento chirurgico è richiesto nella maggior parte dei casi di lichen sclerosus dei genitali maschili e neoplasia intraepiteliale del pene concomitanti.
La maggior parte dei pazienti con lichen sclerosus dei genitali maschili da solo o con lichen sclerosus dei genitali maschili e neoplasia intraepiteliale del pene entra in remissione con questo approccio.
Una gestione efficace sembra impedire il rischio di trasformazione maligna a carcinoma a cellule squamose del pene. ( Xagena2018 )

Kravvas G et al, J Eur Acad Dermatol Venereol 2018; 32: 91-95

Dermo2018



Indietro