Alliance Dermatite
Melanoma
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Dermabase.it

Frequenza e presentazione clinica della malattia mucocutanea dovuta a infezione da Mycoplasma pneumoniae nei bambini con polmonite acquisita in comunità


La diagnosi di infezione da Mycoplasma pneumoniae come causa della malattia mucocutanea è difficile perché gli attuali test diagnostici non sono in grado di differenziare l'infezione da Mycoplasma pneumoniae dallo stato di portatore.

Sono state esaminate la frequenza e la presentazione clinica della malattia mucocutanea indotta da Mycoplasma pneumoniae nei bambini con polmonite acquisita in comunità ( CAP ) usando una diagnostica migliorata in uno studio prospettico di coorte longitudinale che ha coinvolto 152 bambini di età compresa tra 3 e 18 anni con polmonite acquisita arruolati in uno studio su polmonite acquisita dal 2016 al 2017 presso l'University Children's Hospital di Zurigo.

I bambini erano ricoverati o ambulatoriali con polmonite acquisita in comunità clinicamente definita secondo le lineeguida della British Thoracic Society.

Gli esiti principali erano frequenza e presentazione clinica della malattia mucocutanea indotta da Mycoplasma pneumoniae nella polmonite acquisita infantile.

L' infezione da Mycoplasma pneumoniae è stata diagnosticata mediante reazione a catena della polimerasi ( PCR ) di campioni orofaringei, e confermata con la misurazione di cellule secernenti IgM specifiche del sangue periferico mediante test di immunospot enzimatici per differenziare i pazienti con infezione da Mycoplasma pneumoniae da portatori con polmonite acquisita in comunità causata da altri patogeni.

La malattia mucocutanea è stata definita come qualsiasi lesione eruttiva che ha interessato la pelle e/o le mucose verificatasi durante l'episodio di polmonite acquisita.

Tra 152 bambini arruolati con polmonite acquisita in comunità ( età mediana 5.7 anni; 84 maschi, 55.3% ), 44 ( 28.9% ) sono risultati positivi per Mycoplasma pneumoniae mediante PCR; di questi, 10 bambini ( 22.7% ) hanno sviluppato lesioni mucocutanee. Tutti e 10 i pazienti con eruzioni mucocutanee sono risultati positivi per specifiche cellule che secernono anticorpi IgM.

Sono state riscontrate manifestazioni cutanee in 3 casi ( 2.8% ) di polmonite acquisita con Mycoplasma pneumoniae PCR-negativa ( P minore di 0.001 ).
Lo spettro della malattia mucocutanea indotta da Mycoplasma pneumoniae includeva eruzione cutanea e mucosite ( 3 casi, 6.8% ), orticaria ( 2 casi, 4.5% ) ed eruzioni cutanee maculopapulari ( 5 casi, 11.4% ).
Due pazienti hanno avuto un coinvolgimento oculare come unica manifestazione della mucosa ( uveite anteriore bilaterale e congiuntivite non-purulenta ).

I pazienti con malattia mucocutanea indotta da Mycoplasma pneumoniae hanno avuto una durata maggiore della febbre prodromica ( mediana 10.5 vs 7.0 giorni; P=0.02 ) e livelli più elevati di proteina C reattiva ( mediana 31 vs 16 mg/l; P=0.04 ) rispetto ai pazienti con polmonite acquisita a causa di Mycoplasma pneumoniae senza manifestazioni mucocutanee.

I pazienti hanno anche avuto maggiori probabilità di richiedere Ossigeno ( 5, 50%, vs 1, 5%; P=0.007 ), richiedere il ricovero in ospedale ( 7, 70%, vs 4, 19%; P=0.01 ) e sviluppare sequele a lungo termine ( 3, 30%, vs 0; P=0.03 ).

La malattia mucocutanea si è verificata significativamente più frequentemente nei bambini con polmonite acquisita in comunità causata da Mycoplasma pneumoniae rispetto ai bambini con polmonite acquisita per altre origini.
La malattia mucocutanea indotta da Mycoplasma pneumoniae è stata associata a un aumento dell'infiammazione sistemica, della morbilità e a un rischio più elevato di sequele a lungo termine. ( Xagena2020 )

Meyer Sauteur PM et al, JAMA Dermatol 2020; 156: 144-150

Dermo2020 Pneumo2020 Pedia2020



Indietro