Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome 2018
Melanome

Manifestazioni dermatologiche della malattia del trapianto contro l'ospite associate a trapianto di organi solidi


La malattia del trapianto contro l’ospite ( GVHD ) dopo trapianto di organi solidi ( SOT ) è estremamente rara.
Sono state studiate le manifestazioni dermatologiche e gli esiti clinici di GVHD da trapianto di organi solidi mediante una revisione sistematica della letteratura.

Sono stati inclusi 61 articoli, che hanno rappresentato 115 pazienti e 126 organi trapiantati.

L'organo più comunemente trapiantato era il fegato ( n=81 ).
Su 115 pazienti, 101 ( 87.8% ) hanno sviluppato interessamento cutaneo. L'eruzione è comparsa in media 48.3 giorni post-trapianto ed è risultata pruriginosa in 5 casi su 101 ( 4.9% ).

L'eruzione è stata descritta come morbilliforme in 2 pazienti ( 1.9% ), confluente in 6 ( 5.9% ) e desquamativa in 4 casi ( 3.9% ).

In molti casi mancavano descrizioni dermatologiche specifiche.

Il tasso di mortalità è stato del 72.2%. Il tempo relativo di mortalità è stato riportato in 23 pazienti deceduti durante il periodo di follow-up. Questi pazienti sono morti in media 99.2 giorni post-trapianto o 50.9 giorni dopo la comparsa dei sintomi dermatologici.

Tra le limitazioni della revisione vi sono descrizioni incomplete dei reperti cutanei e potenziali fattori di confondimento di pubblicazione con conseguente pubblicazione solo dei casi più gravi.

In conclusione, la malattia del trapianto contro l’ospite è una condizione potenzialmente fatale che può verificarsi dopo trapianto di organo solido, e spesso si presenta con una eruzione cutanea. ( Xagena2018 )

Kim GY et al, J Am Acad Dermatol 2018; 78: 1097-1101.e1

Dermo2018 Chiru2018



Indietro