Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome
Melanome 2018

Trattamenti biologici in pazienti con idrosadenite suppurativa


L’idrosadenite suppurativa è una malattia cronica della pelle che provoca un forte impatto sulla qualità di vita.
Sono state proposte molteplici opzioni terapeutiche, e di recente è stato ipotizzato l'uso potenziale di farmaci biologici nei casi più gravi.

È stato eseguito uno studio retrospettivo da 7 Centri spagnoli di revisione delle cartelle cliniche dei pazienti con idrosadenite suppurativa trattati con farmaci biologici.
Le informazioni hanno incluso i dati epidemiologici, le caratteristiche cliniche, l'intensità del dolore, lo stadio Hurley, i dati di laboratorio e i risultati terapeutici.

Sono stati inclusi nello studio 19 pazienti; 10 uomini ( 52.6% ) e 9 donne. 8 pazienti ( 42% ) hanno mostrato uno stadio di gravità Hurley II e 11 pazienti uno stadio III ( 57.8% ).

Adalimumab ( Humira ) è stato prescritto come primo trattamento biologico in 9 casi su 19 ( 47.3% ), mentre Infliximab ( Remicade ) è stato prescritto in 7 casi ( 36.8% ), Ustekinumab ( Stelara ) in due casi ( 10.5% ) ed Etanercept ( Enbrel ) in 1 ( 5.2% ).

Una risposta completa è stata osservata in 3 pazienti ( 2 casi con Infliximab e 1 caso con Ustekinumab ), un miglioramento parziale in 10 pazienti, e in 6 pazienti non è stato riscontrato alcun miglioramento clinico.
Un paziente ha riportato un peggioramento dei sintomi cutanei.

In 6 casi, è stato prescritto un secondo trattamento biologico. In 3 di questi casi, è stato osservato un parziale miglioramento, mentre in 3 casi non è stato osservato alcun miglioramento clinico. In 2 casi è stato indicato un passaggio a un terzo farmaco biologico, con un parziale miglioramento in un caso.

I farmaci biologici potrebbero essere un potenziale ed efficace opzione terapeutica per i pazienti con grave idrosadenite suppurativa.

Risposte cliniche complete e persistenti sono raramente ottenute ( 15% ) e risposte parziali sono raggiunte in circa il 50% dei pazienti.

Non sono stati identificati marcatori specifici per una risposta terapeutica.

Non è stato possibile trarre conclusioni definitive riguardanti il farmaco biologico più efficace per idrosadenite suppurativa.
Posologie superiori sembrano essere associate con tassi di risposta più elevati.
La mancanza di risposta di un particolare farmaco non preclude la potenziale efficacia di un altro trattamento biologico. ( Xagena2015 )

Martin-Ezquerra G et al, J Eur Acad Dermatol Venereol 2015;29:56-60

Dermo2015 Farma2015


Indietro